x

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al corretto funzionamento del sito web. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

SIT Community Event Inverno 2017

Giovedì 30 novembre si è tenuto l’evento di fine anno della Community SIT con Light Dinner e Musica presso La Fabbrica del Vapore a Milano.

Lo spazio scelto quest'anno ha un significato particolare: è il lotto 15 in concessione dal Comune di Milano, uno spazio che accoglierà progetti culturali legati ai temi della sostenibilità e dell’innovazione sociale.

Nel corso della serata è stato presentato il nuovo progetto culturale della community, SITArtist, un progetto che si propone di far emergere giovani artisti la cui ricerca è connessa all'impegno sociale e ambientale.

L'arte come veicolo di dialogo collettivo, consapevolezza riguardo alle criticità della contemporaneità; l'arte come impatto sulla comunità con la quale si vuole interagire, l'arte come innesco di riflessione.

Questo primo appuntamento ci ha dato la possibilità di approfondire tutto questo grazie alla presenza di artisti che condividono i nostri obiettivi e hanno rappresentato un simbolo di attivazione dello spazio e del progetto:

  • Ascanio - Pittore, muralista, live painter e serigrafo che, con l’uso esclusivo del pennello e di tecniche tradizionali di pittura, realizza murales di grandi dimensioni; oltre a  partecipare  a  concorsi e mostre internazionali, Ascanio sviluppa progetti interdisciplinari;
  • Virginia Dal Magro – giovane pittrice che ha esposto a Milano, Tokyo e in Repubblica Ceca e che ora sta sviluppando il progetto Serra insieme alla curatrice Rachele De Franco: un progetto di valorizzare dell'edicola ottagonale sita all'interno della stazione del passante ferroviario di Lancetti, a Milano,
  • Cristina Cojucaru e Anastasia Di Lorenzo, di cui è stato proiettato il video “SIT with Mecon musiche a cura di Alfonso Di Rosa, in cui si indagano le relazioni sociali nello spazio pubblico in una forma di arte attiva-partecipativa.

Il catering della serata è stato fornito dalla Cooperativa sociale Aromi a tutto Campo: una realtà che, tra le numerose iniziative sociali di cui si fa carico, inserisce e coinvolge gli assistiti dei centri di salute mentale dell’area di Milano in un’innovativa e originale attività di catering che va dalla coltivazione di materie prime, al cibo nel piatto.

Guarda il video